RIFORME: PISANU A D'ALEMA, PRIMA LEGGE ELETTORALE POI IL RESTO
RIFORME: PISANU A D'ALEMA, PRIMA LEGGE ELETTORALE POI IL RESTO

Roma, 4 mag. (Adnkronos)- ''Il presidente d'A;D'Alema non puo' scaricare la legge elettorale come materia estranea alla Bicamerale, subito dopo aver affermato che la stessa Costituzione 'regge se alla base c'e' una buona legge elettorale che consenta ai cittadini di scegliere una maggioranza per governare'''. E' quanto afferma Beppe Pisanu, secondo cui ''e' proprio per questo che non sarebbe ne' saggio ne' razionale costruire prima l'impalcatura delle riforme e poi la base su cui essa deve poggiare''.

''Ricordo peraltro -aggiunge il capogruppo di Fi alla Camera- che l'intesa di massima sul documento conclusivo della Bicamerale venne dopo la firma del noto ordine del giorno sulla legge elettorale. Su quel presupposto, almeno per quanto ci riguarda, si e' sviluppato il successivo confronto in Aula''.

Per Pisanu, dunque, ''la nuova legge elettorale e' preliminare ad ogni altra intesa e l'ordine del giorno che la delinea costituisce per noi un documento vincolante, non un sigaro da fumare a fine pasto. E' bene che su questo punto ci si intenda subito, altrimenti le riforme costituzionali ripartiranno al buio''.

(Pol/As/Adnkronos)