EURO: CALLIERI, DOPO INTEGRAZIONE ECONOMICA QUELLA POLITICA
EURO: CALLIERI, DOPO INTEGRAZIONE ECONOMICA QUELLA POLITICA

Torino, 8 mag. - (Adnkronos) - La Confindustria incoraggia il governo a perseguire l'integrazione politica dopo quella economica, ma punta il dito sulla necessita' di modernizzare il paese e di risanare il debito pubblico. A farlo e' il vice presidente degli industriali, Carlo Callieri, intervenuto oggi a Torino al convegno nazionale dell'Ascai, l'associazione per lo sviluppo delle comunicazioni aziendali in Italia.

A margine dell'incontro, interpellato sulle priorita' da perseguire all'indomani dell'ingresso dell'Italia nell'Euro Callieri osserva: ''La fase che si e' aperta ha diversi versanti di priorita'. il primo e' quello di operare perche' la costruzione europea si rafforzi, e questo puo' avvenire se si passa dall'integrazione economica a quella politica. Mi sembra che il governo abbia chiara questa priorita' e lo incoraggiamo a proseguire. Sul versante interno abbiamo problemi di modernizzazione del Paese e di risanamento economico''.

In particolare, secondo il vice presidente di Confindustria il raggiungimento del parametro fissato dal trattato di Maastricht del rapporto debito-pil ''deve basarsi su una revisione e riduzione eccellente della spesa, in modo che sia possibile ridurre il carico fiscale e liberare risorse da indirizzare verso la modernizzazione del paese, in particolare verso infrastrutture materiali e immateriali''. Quanto poi ai capitoli ''privatizzazioni e pensioni Callieri ribadisce: ''Confindustria ritiene che sia necessario prima liberalizzare e poi privatizzare e non commettere inversioni che sarebbero rischiose. Il problema pensioni invece riguarda il tema della spesa che va considerata nel suo insieme''.

(Abr/Pn/Adnkronos)