INPS: LUCCHESI (CIV), INIQUO CANCELLARE CONTRIBUTI IN MALATTIA
INPS: LUCCHESI (CIV), INIQUO CANCELLARE CONTRIBUTI IN MALATTIA

Roma, 8 mag. - (Adnkronos) - Il decreto legislativo n. 564 del 1996 che impone la valutazione al 50%, ai fini pensionistici, dei periodi di assenza dal lavoro per malattia superiori a un anno, presenta profili di illegittimita' costituzionale. Lo ha ribadito il presidente del Civ dell'Inps, Paolo Lucchesi, interrogato a proposito dal presidente della Commissione bicamerale di controllo sugli enti previdenziali Michele De Luca.

Lucchesi ha ricordato che, in merito alla questione del dimezzamento della valutazione previdenziale dei periodi lunghi di malattia, il Civ dell'Inps ha approvato due ordini del giorno nei quali si mette in luce, oltre al dubbio di costituzionalita', anche l'iniquita' della norma. Ha inoltre informato che, a tutt'oggi, alla richiesta di modifica del decreto legislativo non e' arrivata nessuna risposta da parte del ministero del Lavoro. Lucchesi auspica dunque che la Commissione parlamentare ''possa contribuire a cambiare una norma giudicata assolutamente iniqua''.

(Sec/Pn/Adnkronos)