TLC: VENTURI (ALBACOM), LIBERALIZZAZIONE NON E' CAPESTRO
TLC: VENTURI (ALBACOM), LIBERALIZZAZIONE NON E' CAPESTRO

Roma, 8 mag. - (Adnkronos) - ''Sono convinto che la liberalizzazione non debba essere vista come una condizione capestro ne' per Telecom ne' per i newcomers. L'approccio va' rovesciato e vanno considerate le opportunita' che questo nuovo, rivoluzionario, assetto di mercato puo' offrire a tutti gli attori, dall'operatore al cliente finale, business e residenziale che sia. Sono del resto gli stessi operatori economici a sostenere la necessita' di una reale competizione nelle telecomunicazioni come fattore di crescita e di sviluppo del proprio business''. Questo il commento dell'amministratore delegato di Albacom, Giuliano Venturi, all'intervento pubblicato nei giorni scorsi dal ministro delle Comunicazioni Antonio Maccanico.

Secondo Venturi e' ''difficilmente sostenibile la necessita' di confermare il canone di concessione attualmente in vigore per Telecom Italia perche' Telecom Italia ora e' un'azienda privata a tutti gli effetti e, in secondo luogo, per l'inevitabile trasferimento del costo del canone di concessione sul listino di interconnessione, ponendo nei fatti un freno alla reale competizione''.

(Sec/Pn/Adnkronos)