NOTIZIE FLASH: 1/A EDIZIONE (4) - LA CRONACA
NOTIZIE FLASH: 1/A EDIZIONE (4) - LA CRONACA

Torino. Una persona e' morta e un'altra e' rimasta ferita in un tamponamento a catena che ha coinvolto sei automezzi. L'incidente e' avvenuto sulla A21 Torino-Piacenza, tra Broni e Castel San Giovanni. Secondo quanto accertato dalla Polizia stradale, un autotreno e' piombato addosso ad alcune auto e quattro vetture hanno preso fuoco. Tra queste anche l'auto della vittima non ancora identificata. L'autostrada e' rimasta chiusa sino alle 8,30 di stamane. Al momento il transito e' limitato alla sola corsia di sorpasso. Code di 10 chilometri in direzione Piacenza.

Sarno. Sono 136 le persone disperse a Sarno in seguito alla tragica alluvione dello scorso 5 maggio. Il dato ufficiale e' stato reso noto dell'ing. Andrea Todisco, capo del dipartimento della Protezione civile a Sarno. Todisco ha spiegato che, con l'aiuto dei funzionari dell'anagrafe cittadina, e' stato completato un primo raffronto che ha consentito di determinare il numero delle persone che mancano all'appello. Dal Comune informano che sono 515 le persone sistemate provvisoriamente nelle scuole che restano chiuse ancora per qualche giorno.

Maglie. Divenuto famoso per aver difeso nella sua veste di pretore le ragioni dei malati che volevano poter accedere alla cura anticancro di Giuseppe Di Bella, Carlo Madaro fa un passo avanti e annuncia di volersi candidare ''per combattere la battaglia della salute''. In una intervista al Giornale, Madaro spiega che gli ''sembra opportuno utilizzare il credito e la fiducia che ho ottenuto dai cittadini per cercare di tutelarli meglio in sede legislativa''. Con chi si candidera' il pretore? ''Sono pronto a candidarmi con quel partito -risponde - che mi consenta di combattere questa battaglia. Se no, sono pronto addirittura a creare un mio movimento''.

Lecce. I carabinieri del Comando provinciale di Lecce, nell'ambito di un'operazione antidroga ancora in corso, stanno eseguendo 27 ordini di custodia nei confronti di 19 albanesi e otto italiani, a Lecce e in altro localita' italiane. Secondo gli inquirenti, il gruppo criminale aveva costituito un'organizzazione dedita al contrabbando di sigarette, al traffico di stupefacenti e di immigrati clandestini provenienti dall'Albania dove la banda aveva dei referenti. Sinora sono 18 le persone arrestate. Ancora latitanti tre italiani e sei albanesi.

Napoli. Comincia oggi, davanti alla IV sezione della Corte d'Assise di Napoli, il processo contro Pio Trocchia e Gregorio Sommese, ritenuti responsabili dell'omicidio del piccolo Silvestro Delle Cave. I genitori del bambino si costituiranno parte civile, cosi come gli avvocati dei Comuni di Cicciano e di Roccarainola. ''Mi aspetto la verita', qualunque essa sia'' ha detto la madre di Silvestro al suo arrivo in tribunale. La donna, nonostante le rivelazioni sull'omicidio, crede che il bambino possa essere ancora vivo, dato che il corpo non e' mai stato ritrovato. (segue)

(Sin/Zn/Adnkronos)