TURISMO: DOMENICA 'PUGNALONI' DI S.ISIDORO AD ALLERONA (2)
TURISMO: DOMENICA 'PUGNALONI' DI S.ISIDORO AD ALLERONA (2)

(Adnkronos)- Tipica festa pagana nata per propiziare gli dei e garantire un buon raccolto, la sagra dei 'Pugnaloni', fu 'cristianizzata' dedicandola al santo patrono degli agricoltori o al culto di Maria. Ad Acquapendente infatti essa e' dedicata alla Madonna del Fiore, detta anche di Mezzo Maggio. Qui i 'Pugnaloni'sono pannelli che, fin dalla vigilia del sabato, vengono interamente ricoperti di petali e fiori, seguendo le linee di un intarsio preparato in precedenza.

Nella cittadina laziale questa ricorrenza risale al 1166, quando papa Alessandro terzo libero' Acquapendente dalle truppe imperiali che l'avevano occupata. Nacque cosi' una festa che comprendeva gli antichi riti pagani e Maria al cui culto e' tradizionalemnte dedicato il mese di maggio. I 'Pugnaloni' vengono esposti sulla piazza della cattedrale la domenica mattina. Segue una processione religiosa ed una premiazione dell'oggetto vincente.

Santo spagnolo particolarmente caro a Filippo 2^ che ne caldeggio' la canonizzazione, Isidoro, nato intorno all'anno 1.080, visse povero e ignorante nei campi, dove il Signore era solito inviargli un angelo, che lavorava al suo posto quando si raccoglieva in preghiera. Isidoro, da non confondersi con il ben piu' colto sant'Isidoro di Siviglia, e' popolare anche in Sicilia, dove alcuni paesi (Palazzolo Acreide, Caccamo, Testa dell'Acqua vicino Noto) lo hanno eletto loro patrono. Anche a Giarre il Duomo e' dedicato al culto del santo.

(Srp/As/Adnkronos)