TURISMO: VENERDI' A GUBBIO FESTA DEI CERI PER S.UBALDO (2)
TURISMO: VENERDI' A GUBBIO FESTA DEI CERI PER S.UBALDO (2)

(Adnkronos) - La festa ha origini antichissime: sotto il profilo religiosa esso rievoca il tradizionale rito dell'offerta e della benedizione dei Ceri, che si svolgeva nel Medioevo. Ma qualche studioso ne sottolinea il collegamento con un'antica festa pagana, che si svolgeva in onore della dea Cerere. Altri ricordano come il vescovo Ubaldo fosse riuscito ad impedire all'imperatore Federico Barbarossa, che aveva messo a ferro e fuoco Spoleto nel 1155, di riservare a Gubbio un analogo destino.

Alla Festa dei Ceri fa eco domenica 31 maggio un'altra manifestazione: il Palio della Balestra. Questa gara, che risale al 12^ secolo, si svolge con cortei in costume nella piazza Grande. La balestra, detta anche Balista, definita 'micidiale' dagli atti del Concilio Laterano secondo nel 1139, era aborrita da papi e dallo stesso vescovo Ubaldo. Per regolarne e limitarne l'uso, sorse a Gubbio una 'Societas Balisteriorum'. Anche questa manifestazione, nel corso della quale si esibiscono i celebri 'sbandieratori' eugubini, richiama - come la Festa dei Ceri - un forte afflusso di turisti, appassionati e curiosi.

(Srp/Zn/Adnkronos)