TURISMO: VENERDI' A GUBBIO FESTA DEI CERI PER S.UBALDO
TURISMO: VENERDI' A GUBBIO FESTA DEI CERI PER S.UBALDO

Roma, 13 mag. -(Adnkronos)- Via alla corsa dei Ceri nell' edizione 1998: venerdi' prossimo 15 maggio Gubbio rivivra' la sua piu' tradizionale festa, la corsa dei Ceri: tre pesanti macchine di legno recanti in cima le statue di tre santi, vengono portate ogni anno a spalla dalla cittadinanza fino alla vetta del monte Igino, dove sorge la basilica di sant'Ubaldo, patrono della citta' di cui fu vescovo per trent'anni fino alla morte avvenuta il 16 maggio 1160.

I Ceri, che durante l'anno sono custoditi nella chiesa dedicata al patrono, vengono trasportati in citta' la prima domenica di maggio. La mattina del 15, vigilia della festa del santo, i Ceraioli, che indossano un berretto rosso, pantaloni bianchi con sciarpa rossa alla vita e una camicia di colore diverso (Gialla per il Cero di sant'Ubaldo della corporazione dei muratori, azzurra per san Giorgio, patrono dei commercianti e nera per sant'Antonio Abate, che rappresenta i contadini) sfilano per la citta' fino a convenire, intorno alle 12 nella piazza della Signoria.

Qui si svolge l'Alzata dei Ceri: i tre capitani, dopo aver bagnato con l'acqua contenuta in una brocca di ceramica la base delle macchine, lanciano in aria la brocca stessa, i cui cocci, ritenuti portafortuna, sono contesi dalla folla. Dopo un banchetto a base di pesce che si tiene nella sala Maggiore del Palazzo dei Consoli, una sfilata e la processione religiosa, che parte alle 16,30 dalla Cattedrale, alle 18 parte la corsa vera e propria che, dopo tre 'birate' e tre soste si conclude con l'ascesa al monte Igino. (segue)

(Srp/Zn/Adnkronos)