ABI: PRESIDENZA ANCORA IN ALTO MARE, SAGGI AL LAVORO
ABI: PRESIDENZA ANCORA IN ALTO MARE, SAGGI AL LAVORO

Roma, 13 mag. - (Adnkronos) - Chi guidera' l'associazione dei banchieri per il prossimo biennio, traghettando il sistema bancario italiano in Europa? I 'tre saggi', (Francesco Cingano, Gianni Bazoli e Giorgio Zanotto) che devono designare un successore a Tancredi Bianchi per la presidenza dell'Abi, da nominare alla prossima assemblea del 24 giugno, non hanno ancora individuato alcun nome: la successione alla guida dell'associazione di palazzo Altieri e' ancora in alto mare.

Non solo non c'e' ancora un candidato, ma i nomi avanzati finora, tra cui quello del vice presidente Maurizio Sella, starebbero perdendo terreno. ''Non abbiamo esaminato niente -ha detto Cingano al termine del Comitato esecutivo di oggi- I saggi non hanno ancora cominciato a lavorare, ma lo faranno presto''. Zanotto, anch'egli membro dei 'saggi', si chiude invece nel massimo riserbo.

Secondo Giuseppe Vigorelli, presidente della Banca popolare Commercio e Industria, le candidature avanzate finora ''sono tutte in declino''. E l'amministratore delegato della Banca di Roma, Antonio Nottola, sottolinea che ''e' un discorso delicatissimo''. (Segue)

(Kat/Zn/Adnkronos)