CARBURANTI: ADESIONI BULGARE, DICONO I GESTORI
CARBURANTI: ADESIONI BULGARE, DICONO I GESTORI

Roma, 13 mag. (Adnkronos)- Prosegue con ''adesioni bulgare'' lo sciopero di due giorni dei distributori di carburante. Fonti sindacali parlano con soddisfazione di adesioni bulgare con percentuali ben oltre al 90 per cento.

Anche fonti industriali confermano una partecipazione consistente, sebbene non proprio nelle stesse proporzioni. Le compagnie petrolifere hanno rilevato un'adesione dell'80 per cento sulla rete stradale ordinaria e del 50-60 per cento su quella autostradale. Un dato, quest'ultimo, che trova indiretta conferma anche dalla Societa' Autostrade che non ha rilevato variazioni di traffico imputabili a difficolta' di rifornimento.

Nel frattempo pero', la Assoutenti protesta e chiede un intervento urgente dell'Autorita' di Garanzia e del Governo per tutelare il diritto alla mobilita' dei cittadini. Secondo l'Associazione nazionalee degli utenti di servizi pubblici, gli scioperi concomitanti di benzinai e assistenti di volo rischia di portare alla paralisi la mobilita' nazionale.

(Maz/Pe/Adnkronos)