CARBURANTI: CARPI, TENSIONI INGIUSTIFICABILI TROVEREMO ACCORDO
CARBURANTI: CARPI, TENSIONI INGIUSTIFICABILI TROVEREMO ACCORDO

Roma, 13 mag. (Adnkronos)- Lo sciopero dei carburanti va avanti ma per il sottosegretario all'Industria Umberto Carpi ''nel settore vi sono tensioni non giustificabili dalla situazione di fatto che comunque merita la massima attenzione del governo per indurre gestore e compagnie petrolifere a sedersi nuovamente al tavolo negoziale''.

Cosi' il senatore Carpi ha commentato la lunga giornata di trattative con i sindacati e gli imprenditori per arrivare ad una sospensione della seconda giornata di sciopero indetta dai gestori di pompe di carburante. ''Da parte dei gestori non c'erano problemi con il governo, si tratta di differenze su interpretazioni dell'accordo di luglio non insormontabili. Tuttavia i sindacati hanno ritenuto di avere motivi di contenzioso con le compagnie di tale gravita' da proseguire lo sciopero e non accogliere la nostra proposta di convocare un tavolo negoziale al ministero. Il governo si rammarica che questa disponibilita' non sia stata accettata ritenendo di aver fatto tutto quanto in suo potere. Francamente -ha proseguitoo Carpi - e' un settore dove non si spiega una situazione di tensione non si spiega: la riforma va avanti, il prezzo al pubblico scende ed i bonus fiscali sono applicati come da accordi. Comunque faremo di tutto perche' le parti si incontrino e risolvano i loro problemi''.

(Maz/Pe/Adnkronos)