CREDITO ARTIGIANO: PROBABILE QUOTAZIONE IN BORSA
CREDITO ARTIGIANO: PROBABILE QUOTAZIONE IN BORSA

Milano, 13 mag. (Adnkronos)- Il Cda del Credito Valtellinese, riunitosi ieri, ha approvato le linee generali di un progetto finalizzato al rafforzamento e ulteriore sviluppo della controllata Credito Artigiano anche in relazione ad una sua eventuale quotazione. Tale progetto, sottolinea una nota, trova ragione nel fatto che le dimensioni dell'attivita' di intermediazione della controllata hanno presentato un incremento consistente, tale da rendere opportuno un suo rafforzamento patrimoniale, e cio' anche a seguito dell'operazione di razionalizzazione della rete di vendita del Gruppo Bancario Credito Valtellinese, attuata nel luglio '97 e che ha portato all'acquisizione da parte della banca milanese di 14 sportelli nelle province di Milano e Roma.

Il rafforzamento, informa la nota, avverra' attraverso una operazione di aumento del capitale a pagamento, da realizzarsi con l'offerta in opzione di 1 nuova azione Credito Artigiano a lire 4.500 ogni 2 azioni possedute. Nel complesso, verrebbero emesse 31 milioni e 250 mila nuove azioni Credito Artigiano a lire 4.500 l'una (di cui lire 1000 a titolo di capitale sociale e lire 3.500 a titolo di sovrapprezzo di emissione), il capitale sociale del Credito Artigiano salira' a 93,75 mld, metre i mezzi propri si collocheranno a 421 mld, tenuto conto della conversione dei 'warrant Credito Artigiano' che verrebbe effettuata in data antecedente l'esecuzione dell'aumento di capitale. (segue)

(Mil/As/Adnkronos)