FISCO: IN GU REGOLAMENTO REVISIONE ESTIMI E ZONE CENSUARIE (2)
FISCO: IN GU REGOLAMENTO REVISIONE ESTIMI E ZONE CENSUARIE (2)

(Adnkronos)- Quanto alle tariffe d'estimo dovranno essere determinate facendo riferimento ai valori e ai redditi medi espressi dal mercato immobiliare con esclusione dei regimi locativi disciplinati per legge. Le tariffe saranno determinate dagli uffici periferici del dipartimento del territorio. Cambia la classificazione degli immobili: le abitazioni civili sono classificate in abitazioni in fabbricati residenziali e promiscui (R1), abitazioni in villino e villa (R2), abitazioni tipiche dei luoghi (R3) e box (R4). Nella revisione del classamento degli immobili gli uffici dovranno tener conto della qualita' urbana e ambientale di ciascuna microzona e attribuiranno a ciascun immobile la categoria tenendo conto della dimensione e tipologia, della destinazione funzionale dell'epoca di costruzione, della struttura e dotazione impiantistica, della qualita' e stato edilizio delle pertinenze comuni ed esclusive e del livello di piano.

Modificati infine i criteri di accatastamento dei fabbricati rurali. I proprietari avranno tempo fino al 31 dicembre '98 per procedere all'accatastamento. Il provvedimento stabilisce tra l'altro che potranno godere del requisito di immobile rurale le costruzioni strumentali alle attivita' agricole destinate alla protezione delle piante, alla conservazione dei prodotti agricoli, alla custodia delle macchine, degli attrezzi e delle scorte occorrenti per la coltivazione, nonche' ai fabbricati destinati all'agriturismo. Inoltre per quanto riguarda le abitazioni destinate all'uso abitativo e' necessario che siano abitate da chi effettivamente utilizza il terreno circostante che in generale deve avere una superfice non superiore a 10 mila metri, ad eccezione delle colture specializzate in serra o per le zone di montagna dove e' sufficiente avere 3 mila metri quadri di terreno.

(Sec/Pe/Adnkronos)