STREAM: BASTA CON SOLO CALCIO, E VA IN ONDA LA WORLD LEAGUE (2)
STREAM: BASTA CON SOLO CALCIO, E VA IN ONDA LA WORLD LEAGUE (2)

(Adnkronos)- E che quello tra Stream e la Federazione italiana di pallavolo non sia un semplice contratto ma una vera scommessa sull'agonismo degli italiani lo chiarisce il presidente della Fipav, Carlo Magri. L'intesa, dice, e' ''essenziale oltre che per lo sviluppo per la stessa sopravvivenza. L'importanza del calcio non la scopro io. Ma noi e molte altre federazioni troviamo difficolta' ad avere gli spazi giusti a livello televisvo. Non vogliamo e non siamo in grado di fare una guerra al calcio che occupa il 90 pc degli spazi televisivi ed economici. E per la tv di stato non e' giusto''

Da qui la decisione di trovare un'altra strada e fare una scelta coraggiosa, con Stream. La speranza? Che gli italiani apprezzino e che le altre federazioni, ''che hanno piu' problemi di noi'' seguano l'esempio.

E l'offerta delle partite mondiali di quella che e' la seconda federazione italiana sara' di alto livello: 25 persone in produzione, commenti di Andrea Lucchetta, curiosita' gadget e non solo, riprese con otto telecamere digitali, 4 camere in tribuna, statistiche, grafici e quant'altro. Come dire l'alta tecnologia del multimediale per quella World League che, nata nel 90, vede in lizza 12 nazionali con un montepremi di otto milioni di dollari. Un vero e proprio evento che permette a Stream di entrare a pieno titolo nel mondo del grande sport. Per gli utenti una chance in piu' ad un costo competitivo: 10mila lire la partita in diretta, 5000 in replay.

(Lil/Pe/Adnkronos)