MUSICA: LA LONDON SINFONIETTA ALL'ACCADEMIA FILARMONICA
MUSICA: LA LONDON SINFONIETTA ALL'ACCADEMIA FILARMONICA

Roma, 13 mag. (Adnkronos) - Il prossimo appuntamento dell'Accademia Filarmonica Romana domani alle ore 21 al Teatro Olimpico, con la London Sinfonietta diretta da Markus Stenz, si preannuncia come una grande serata di musica del Novecento. In programma ci sono infatti alcune delle opere salienti di tre dei massimi compositori del nostro secolo e un brano di un giovane autore inglese, in prima esecuzione italiana. La prima parte del concerto e' dedicata a due compositori scomparsi una ventina di anni fa, di posizioni estetiche antitetiche: di Benjamin Britten (1913-1976), saldamente ancorato alla tradizione della tonalita' sara' eseguita la giovanile Sinfonietta op. 1, mentre di Luigi Dallapiccola (1904-1975) -precursore italiano della dodecafonia, coniugata con un'intensa sensualita' mediterranea- il soprano Rosemary Hardy cantera' i Sex Carmina Alcaei su testi tradotti da Salvatore Quasimodo. Dopo l'intervallo sara' la volta di un dei maestri dell'avanguardia storica, ovvero Igor Stravinskij (1882-1971), con il Concerto in mi bemolle ''Dumbarton Oaks'', uno splendido brano del suo periodo neoclassico, con echi bachiani, che risale al 1937/38; la serata si concludera' nel segno dei nostri tempi, con la ''prima italiana'' di Twice through the heart di Mark-Anthony Turnage (nato nel 1960), un ciclo di otto poesie di Jackie Kay compostenel 1994-1996 e cantate dal mezzosoprano Sarah Connolly.

(Com/As/Adnkronos)