AMBIENTE: 81% ITALIANI DISPOSTO A PAGARE PER INQUINARE MENO
AMBIENTE: 81% ITALIANI DISPOSTO A PAGARE PER INQUINARE MENO

Milano, 14 mag. - (Adnkronos) - Cresce in Italia l'allarme per i problemi ambientali e cresce anche la disponibilita' a sacrificarsi in prima persona per risolverli: l'81% per cento degli italiani adulti e' infatti disposto a pagare la benzina il 10% piu' di oggi purche' il sovrapprezzo sia impiegato per ridurre l'inquinamento.

A rilevarlo e' un'indagine Eurisko, parte di una piu' ampia indagine internazionale, presentata oggi a Milano e realizzata in marzo, prima quindi che il dramma della Campania aumentasse ulteriormente l'attenzione verso l'ambiente. Indagine realizzata su un campione di 1.000 individui rappresentativo degli italiani maggiorenni.

L'81% di disponibili a mettere mano al portafogli e' composto da un 41% di ''molto d'accordo'' e da un 40% di ''abbastanza d'accordo''. Nello stesso senso va il 36% disposto a pagare il 5% in piu' per carburanti meno inquinanti e il 22% che accetterebbe di sborsare il 5% in piu' degli attuali prezzi di listino per comprare una nuova auto meno inquinate.

Se dal portafogli si passa pero' alle loro abitudini, gli italiani si dimostrano molto meno disponibili a metterci mano: un non draconiano taglio del 20% del chilometraggio percorso settimanalmente con la propria auto e' infatti disposto ad attuarlo solo il 16%. L'auto e quanto la riguarda riflettono bene una tendenza piu' generale che vede il 92% degli italiani preoccupato (il 45% ''molto'' e il 47 ''abbastanza'') per i problemi ambientali, il 2% in piu' rispetto al '97. (segue)

(Car/Pn/Adnkronos)