NOTIZIE FLASH: 2/A EDIZIONE (3) - L'INTERNO
NOTIZIE FLASH: 2/A EDIZIONE (3) - L'INTERNO

Roma. ''Un dissenso serio'' divide Prc e Ulivo sull'allargamento della Nato. ''Ma non vedo perche' dovrebbe portare alla crisi di governo'', dice Fausto Bertinotti a Italia Radio. ''Porta ad un logoramento nel rapporto. Ed e' stato cosi' con l'Albania e su altri momenti della vita del paese. Ma non credo che il governo voglia drammatizzare questo scontro fino ad andare alla crisi e alle elezioni anticipate su un dissenso di politica internazionale che, del resto, era noto nel momento stesso in cui si costituiva questo governo, perche' gli accordi di desistenza sono stati fatti con due programmi, il nostro e quello dell'Ulivo, tra loro diversi''.

Roma. ''Dopo il crollo delle grandi contrapposizioni ideologiche, la democrazia italiana ha bisogno di una nuova legittimazione''. Luciano Violante ha sottolineato come il valore di una moderna democrazia, e in particolare di una moderna attivita' parlamentare ''si misuri sulla qualita' e l'efficienza delle decisioni''. Sempre a proposito di riforme, il leader di An, Gianfranco Fini, ha confermato il via libera al testo della bicamerale sul semipresidenzialismo. Da questo pomeriggio alle 15 i deputati cominceranno a votare sulla elezione diretta del capo dello Stato.

Roma. La richiesta di un ''incontro immediato'' con il presidente del Consiglio, la commissione Cultura della Camera, la commissione di Vigilanza e l'Antitrust; la minaccia di chiudere Radio Radicale; un nuovo sciopero della sete a partire da domenica prossimo in rafforzamento allo sciopero della fame in corso. La Lista Pannella riapre con decisione il fronte della battaglia per l'informazione proprio nel giorno in cui in commissione Cultura della Camera si discute il Ddl su Radio Radicale perche' ''oggi e' preclusa la possibilita' per i cittadino di partecipare alle istituzioni democratiche'', come ha detto Sergio Stanzani.

Roma. In Italia, negli ultimi dieci anni, il tasso di scolarita' e' passato dal 60 all'80 per cento. Questo uno dei principali dati emersi dal ''Rapporto Istat '98'' nel capitolo dedicato alla scuola ed all'istruzione. Una 'scolarita'' in aumento, dunque, che resta pero' inferiore di circa il 50 per cento rispetto alla media della scolarizzazione registrata nei paesi dell'Ocse ed uno dei piu' bassi rispetto alla media Europea (al terzultimo posto prima di Spagna e Portogallo).

Roma. Sistema giudiziario civile piu' produttivo da due anni a questa parte. Aumento dei ricorsi contro la pubblica amministrazione pari quasi al 50 % negli ultimi dieci anni. Aumento anche del numero dei detenuti presenti nelle carceri italiane sempre dall''88 al '98. E ancora: in un caso su quattro l'autore dei delitti e' noto. Ma la percentuale sale al 50% se si tratta di delitti di criminalita' violenta. E' la fotografia del 'pianeta giustizia' scattata dall'Istat, che nel suo rapporto annuale disegna un quadro dettagliato del settore civile, amministrativo e penale. E, ad uscirne meglio e' proprio il settore civile, generalmente considerato il fanalino di coda della giustizia. (segue)

(Sin/Zn/Adnkronos)