PREMI: A VITTORIO MESSORI E MICHELE BRAMBILLA IL 'TITO CASINI'
PREMI: A VITTORIO MESSORI E MICHELE BRAMBILLA IL 'TITO CASINI'

Firenze, 19 mag. (Adnkronos) - Lo scrittore Vittorio Messori e il giornalista Michele Brambilla, autori di ''Qualche ragione per credere'' (Mondadori), sono i vincitori della terza edizione del premio ''Tito Casini'', organizzato per ricordare lo scrittore che con Piero Bargellini e Giovanni Papini fu uno dei protagonisti della stagione della rivista ''Il Frontespizio''. Lo ha deciso la giuria presieduta da Massimo Leonardis e composta da Enrico Nistri, Pucci Cipiriani, Luciano Garibaldi, Linetta Casini, Alfio Krancic e Maria Gloria Nannelli. La premiazione avverra' sabato 30 maggio al Teatro Giotto di Borgo San Lorenzo, in provincia di Firenze.

Messori, fautore di ''un cattolicesimo sicuramente ortodosso, che non accetta compromessi'', e' stato premiato per il complesso della sua opera, coronata dal ''piu' ambito traguardo per uno scrittore cattolico: firmare un libro insieme al Santo Padre''. Di Brambilla la giuria del premio ha sottolineato lo scrupolo che ha accompagnato i suoi precedenti libri, come il fortunato ''L'eskimo in redazione'', che presenta ''un ritratto veridico quanto impietoso di quelli che sono passati alla storia come anni di piombo''.

(Sin/As/Adnkronos)