CINA: ACCOLTO POSITIVAMENTE IL SI' A STATUS NAZIONE FAVORITA
CINA: ACCOLTO POSITIVAMENTE IL SI' A STATUS NAZIONE FAVORITA

Pechino, 4 giu. (Adnkronos/Dpa) - Il governo di Pechino ha accolto positivamente la decisione del presidente americano Bill Clinton di rinnovare per un altro anno alla Cina lo status di ''nazione commercialmente favorita''. Nello stesso tempo pero' il governo cinese ha chiesto a Washington di rendere questo status permanente per garantire stabilita' nelle relazioni sinostatunitensi. ''Il presidente Clinton ha preso una decisione coraggiosa -ha detto il portavoce del ministero degli Esteri cinese Zhu Bangzao- La garanzia dello speciale status commerciale tra Cina e Stati Uniti e' alla base delle relazioni economiche e commerciali tra i due Paesi''.

Mentre ha incontrato il favore degli imprenditori americani che considerano di fondamentale importanza il rinnovo dello status per l'economica e gli interessi nazionali, la decisione di Clinton, giunta in coincidenza con il nono anniversario di piazza Tienanmen, ha trovato forte opposizione al Congresso che ha tempo 90 giorni per votare a favore o contro il rinnovo. Opposizione dovuta non solo alla questione dei diritti umani, ma quest'anno soprattutto alle inchieste aperte sulle accuse di finanziamento illecito da parte dei cinesi al Partito democratico nelle ultimi elezioni presidenziali, e su quelle di trasferimento di tecnologia missilistica alla Cina.

I deputati del Congresso americano si oppongono inoltre alla visita che Clinton compira' in Cina dal 25 giugno al 3 luglio ed in particolare con il fatto che la cerimonia di benvenuto al presidente si svolgera' sulla piazza Tienanmen. Si tratta della prima visita di un capo di Stato americano in Cina dal 1989 e per la prima volta un presidente terra' un discorso in quella piazza teatro nove anni fa della violenta repressione della manifestazione studentesca da parte dell'esercito cinese.

(Giz/Zn/Adnkronos)