TIENANMEN: RADICALI, REQUIEM PER UN MASSACRO?
TIENANMEN: RADICALI, REQUIEM PER UN MASSACRO?

Roma, 4 giu. - (Adnkronos) - In occasione dell'anniversario del massacro di Tienanmen, il deputato europeo della Lista Pannella, Gianfranco dell'Alba, e il segretario del Gruppo radicale al Parlamento europeo, Olivia Ratti, hanno depositato nove rose rosse sulla piazza di Pechino teatro della violenta repressione della manifestazione studentesca del 1989. ''Da allora la Cina non e' mai stata tanto vicina agli interessi commerciali ed economici dei Paesi occidentali -scrive Dell'Alba in un comunicato- e mai tanto lontana dalle preoccupazioni sulla situazione drammatica delle carceri cinesi, dei laogai e dell'annichilimento di tutto un popolo che sta operando in Tibet''.

Denunciando l'''union sacree'' stretta tra europei ed americani alla Commissione delle Nazioni Unite per i diritti umani per non depositare la risoluzione di condanna nei confronti della Cina, Dell'Alba si chiede che atteggiamento avra' il presidente della Repubblica, Oscar Luigi Scalfaro, durante la sua prossima visita in Cina. Dell'Alba chiede polemicamente se Scalfaro usera' ''gli stessi toni da crociato, tenuti nei confronti della Francia, anche con il capo di Stato cinese Jiang Zemin ed il presidente del Parlamento Li Peng, magari a costo di mettere in pericolo i lucrosi affari che il secondo partener europeo della Cina si appresta a concludere?''.

(Com/Zn/Adnkronos)