TRENI: 93 VITTIME ACCERTATE, IMPOSTO LIMITE VELOCITA' A 160KM/H (2)
TRENI: 93 VITTIME ACCERTATE, IMPOSTO LIMITE VELOCITA' A 160KM/H (2)

(Adnkronos/Dpa) - La polizia ferroviaria ha scoperto quello che per il momento viene genericamente descritto come un ''difetto'' del binario a cinque chilometri di distanza dal luogo dell'incidente. Lo ha appreso l'Agenzia di stampa tedesca Dpa. Potrebbe quindi essere stata la malformazione della rotaia, magari frutto di sabotaggio, ad aver provocato il deragliamento del treno.

Gli inquirenti stanno comunque esaminando la 'scatola nera' del treno dove, come avviene sugli aerei, sono immagazzinate tutte le informazioni sulle ultime manovre. E' stato pero' categoricamente escluso che sia stata l'autovettura, precipitata dal viadotto sovrastante la ferrovia a lato del binario e non di traverso, a provocare l'incidente.

Il macchinista, sopravvissuto, e' gia' stato interrogato. Le prime due vetture del convoglio sono rimaste relativamente poco danneggiate, cosi' come il motore del treno, andato a finire a due chilometri di distanza dal punto di impatto.

Le autorita' ferroviarie hanno anche precisato che a bordo dell'Intercity 804 Monaco Amburgo ''Wilhelm Konrad Roentgen'' deragliato ieri alla velocita' di 200 chilometri l'ora non erano prenotate scolaresche, smentendo cosi' le voci circolate ieri per cui a bordo del treno avrebbero potuto esservi numerosi bambini. Due operai addetti alla manutenzione della linea ferroviaria, in servizio al momento dell'impatto non lontano dal pilone su cui il treno si e' schiantato, potrebbero essere fra le vittime, dato che risultano ancora disperse.

(Ses/Pn/Adnkronos)