ETIOPIA-ERITREA: NUOVO RAID SULL'ASMARA (3)
ETIOPIA-ERITREA: NUOVO RAID SULL'ASMARA (3)

(Adnkronos)- L'evacuazione dei residenti occidentali in Eritrea e' resa difficile dalle minaccia etiopica di considerare ''velivoli nemici'' tutti gli aerei diretti ad Asmara dopo che l'Aeronautica eritrea aveva approfittato della pausa dei raid etiopici concordata ieri sera per far partire il charter americano per far decollare i cacciabombardieri che poi hanno colpito Makalle. Si pensa comunque ad una partenza nella notte.

Nel frattempo, il presidente eritreo Afewerki si e' dichiarato scettico sulle possibilita' di arrivare in tempi brevi ad una soluzione pacifica della crisi. Il conflitto ha subito una tale escalation da fare intravedere ''poca luce in fondo al tunnel'', ha rilevato Afewerki in una conferenza stampa tenuta ad Asmara. Ma, ha aggiunto il capo dello Stato eritreo, ''il governo e' impegnato per una soluzione pacifica'' del conflitto e ''l'escalation degli scontri con il coinvolgimento dell'Aeronautica e gli attacchi e bombardamenti contro obiettivi civili, non cambia molto la situazione sul campo'', in quanto gli attacchi della settimana precedente al confine tra i due Paesi ''sono stati per dimensioni molto piu' grandi''.

Afewerki ha comunque escluso che l'Asmara proclami un cessate il fuoco, ''perche' non ha dichiarato la guerra''. Un portavoce del ministero degli Esteri di Addis Abeba, Tekeda Alemu, ha dal canto suo sottolineato che ''l'Etiopia non ha mai dichiarato guerra all'Eritrea e non ha mai assunto l'iniziativa militare, limitandosi all'autodifesa''. E il premier Meles Zenawi ha reso noto che i due governi continuano a parlarsi con l'intermediazione dei mediatori degli Stati Uniti e del Ruanda e di ''altri amici''.

(Ses/Gs/Adnkronos)