HITLER: IN VENDITA LA PISTOLA CON CUI SI UCCISE
HITLER: IN VENDITA LA PISTOLA CON CUI SI UCCISE

Washington, 6 giu. (Adnkronos)- Mentre esce in Germania un nuovo libro che ricostruisce i dettagli della morte di Adolf Hitler in base a documenti sovietici fin'ora inediti, un armaiolo del Nord Carolina afferma di essere in possesso della pistola Walther Pkk 7.65 con la quale si suicido' il dittatore nazista e della Walter Special 8 calibro 6,35 con la quale si uccise nel 1931 la sua nipote e amante Geli Raubal. Le armi sono dello stesso tipo di quelle citate nel libro dello storico Ulrich Volklein e l'armaiolo intende venderle per la bella somma di tre milioni di dollari (oltre 5 miliardi di lire).

Per scrivere ''Hitler Tod'' (la morte di Hitler) e chiarire i molti misteri della fine del dittatore, lo storico si e' servito del rapporto che fu consegnato a Stalin, fra cui spiccano gli interrogatori dell'attendente e del cameriere di Hitler, Otto Gunsche e Heinz Linge, che furono poi arrestati dai sovietici.

Entrambi raccontarono di aver trovato assieme a Martin Bormann i cadaveri di Hitler ed Eva Braun, sposata poco prima del suicidio, negli appartamenti privati del bunker di Berlino. Lei era riversa su un sofa', lui su una sedia, e nella stanza aleggiava un forte odore di polvere da sparo. Hitler aveva un foro alla tempia da cui usciva del sangue che aveva formato a terra una piccola pozza. La Braun si era apparentemente avvelenata. A terra due pistole Walther, una 7,65 da cui mancava un colpo e una 6,35 completamente carica. Hitler aveva mostrato ai suoi fidi la prima arma otto giorni prima e da allora la portava costantemente con se'. (segue)

(Ses/Gs/Adnkronos)