INFANZIA: BAMBINI ''BLINDATI'' IN NOME DELLA SICUREZZA (3)
INFANZIA: BAMBINI ''BLINDATI'' IN NOME DELLA SICUREZZA (3)

(Adnkronos)- L'indagine, illustrata nel dettaglio dal presidente della Makno, Mario Abis, rivela quindi che la grande maggioranza sia dei bambini che degli adulti ritiene che l'ambiente dove un bambino possa farsi male piu' facilmente sia la strada mentre la casa e' ritenuta invece un luogo relativamente sicuro.

E' interessante notare come il genitore tenda a considerare piu' sicuri queli luoghi in cui il bambino e' sotto il controllo di un adulto, mentre il bambino, forte della sua esperienza, sa che questo non e' necessariamente vero: oltre il 16 per cento dei bambini, pensa, infatti, che anche in palestra siano possibili piccoli incidenti. Per quasi il 50 per cento degli adulti e addirittura per l'80 per cento dei ragazzi il gas e il fuoco rappresentano il pericolo numero uno all'interno delle mura domestiche. I bambini sembrano cioe' preoccupati, ha spiegato tra l'altro Vito Consoli, ricercato del Cnr, dei genitori nei confronti di cio' che non possono controllare: la corrente (73 pre cento dei bambini contro il 38 per cento degli adulti), le medicine e le sostanze tossiche (48 per cento dei piccoli rispetto al 35 per cento dei genitori) mentre mostrano meno timore rispetto a cio' che e' piu' vicino alla loro esperienza come i giochi e i litigi. (segue)

(Ste/Pe/Adnkronos)