NUCLEARE: POLLINE 'RADIOATTIVO' SCOPERTO AL NORD ITALIA (2)
NUCLEARE: POLLINE 'RADIOATTIVO' SCOPERTO AL NORD ITALIA (2)

(Adnkronos) - ''Le autorita' italiane che da oltre 10 anni effettuano questo tipo di controlli continuano a tenere sotto controllo la zona. Nel frattempo -assicura il direttore dell'Anpa Giovanni Damiani- la popolazione puo' state tranquilla: i valori riscontrati sono di gran lunga al di sotto della soglia di attenzione e non vi sono provvedimenti di carattere sanitario da adottare''.

Dopo l'allarme per la radioattivita' sulle Alpi, lanciato agli inizi di maggio da un'organizzazione indipendente di ricerca francese, la Crii-Rad, e poi smentito dalla stessa Anpa, tornano le paure per la pesante eredita' di Cernobyl, anche se i livelli di Cesio 137 sono di un massimo di 1.7 milli-Becquerel per metro cubo, circa 10 mila volte inferiori a quelli riscontrati durante il passaggio della nube radioattiva provocata dall'incidente. Dopo 48 ore i valori di Cesio 137, un prodotto di fissione dell'Uranio 238 che emette raggi gamma piu' potenti dei raggi 'x' usati nelle comuni radiografie, sono tornati assolutamente normali. (segue)

(Ccr/Zn/Adnkronos)