SUD: COMUNI E REGIONI A PRODI, MENO FISCO E PIU' PROGETTI
SUD: COMUNI E REGIONI A PRODI, MENO FISCO E PIU' PROGETTI

Roma, 11 giu. - (Adnkronos) - Sindaci e presidenti di regione uniti avanzano due richieste a Prodi: un fisco piu' leggero ed un parco di progetti per infrastrutture. Solo queste sono le leve che possono rimettere in moto il Mezzogiorno. Il primo tavolo quadrangolare tra Governo, sindacati, Confindustria ed enti locali ha visto ''tre ore di confronto serrato'', spiega Enzo Bianco, sindaco di Catania, che con Antonio Bassolino ha spinto molto per avviare questo confronto.

In cima al 'carnet' di richieste c'e', dice Giuseppe Drago presidente della Regione Sicilia, ''la creazione di un quadro di convenienze per chi investe''. Bianco invita Prodi ''a seguire la strada tracciata dal Galles e dall'Irlanda'' partendo ''con la detassazione degli utili creati nel Mezzogiorno''. Seconda questione ''la creazione di un fondo di progettazione -spiega Antonio Bassolino, sindaco di Napoli- al quale gli enti locali possano attingere per aumentare quantita' e qualita''' delle infrastrutture.

Parlando di infrastrutture la necessita' di un radicale cambiamento la sottolinea Giuseppe Drago, presidente della Regione Sicilia, citando un caso emblematico. ''Attualmente costa meno spostarsi da Milano a New York che da Milano a Catania. Il costo dei trasporti e' tra le questioni assolutamente da affrontare''. Ma a fianco alle infrastrutture Prodi ha anche proposto, appoggiato immediatamente da Bassolino, ''un piano per il risanamento delle grandi aree metropolitane del mezzogiorno d'Italia. Anche -dice il sindaco di Napoli- con poteri straordinari per il sindaco o il prefetto nello snellimento dei tempi''.

(Gic/Pn/Adnkronos)