SUD: PRODI, 3 'SOTTOTAVOLI' PER IL TAVOLO A 4
SUD: PRODI, 3 'SOTTOTAVOLI' PER IL TAVOLO A 4

Roma, 11 giu. (Adnkronos) - Il tavolo quadrangolare per il Mezzogiorno si moltiplichera' per 3, e verra' esteso a livello regionale. E' questo, in sintesi, il modello operativo illustrato dal presidente del Consiglio nel corso della riunione dedicata al Mezzogiorno. Prodi ha proposto che il Tavolo dia vita a 3 'tavoli' di lavoro tecnici, che si occuperanno delle tematiche principali: il primo operera' ''per la verifica del sistema degli incentivi e delle convenienze, valutandone l'efficacia e avanzando proposte di eventuali adeguamenti, per esempio riducendone il numero''; il secondo si occupera' di ''analizzare le procedure autorizzative, sia in relazione all' erogazione degli incentivi sia in relazione alle infrastrutture''; infine, il terzo ''sottotavolo'' dovrebbe operare ''sul versante degli strumenti messi in campo per il lavoro, con particolare riferimento all'emersione e ai lavori socialmente utili''.

Prodi ha inoltre aggiunto che ''occorre valutare se non sia utile replicare la formula del tavolo a livello regionale, al fine di valorizzare progetti ed esperienze e di implementare dal basso il lavoro del Tavolo nazionale''.

Il presidente del Consiglio, illustrando poi gli interventi necessari nel Sud, ha sottolineato che uno dei problemi principali e' quello della accelerazione della spesa per infrastrutture. ''Il problema dell'infrastrutturazione -ha osservato Prodi- e' anche un problema di risorse. Sotto questo aspetto, il governo vuole destinare per il 1998 risorse non inferiori a quelle rese disponibili nel 1997 e nel 1999 in aggiunta una quota di quelle aggiuntive che il Dpef destina a incremento della spesa in conto capitale''. (segue)

(Nnz-Vam/Pe/Adnkronos)