CARCERI: SALVATO SI APPELLA A FLICK E AL CSM
CARCERI: SALVATO SI APPELLA A FLICK E AL CSM

Roma, 23 giu. - (Adnkronos) - Il vicepresidente del Senato Ersilia Salvato lancia un appello al ministro della Giustizia e al Csm: occorre darsi da fare ''con rapidita''' per risolvere ''subito tutti i problemi'' che rendono difficile l'esecuzione della legge Simeone-Saraceni. ''Non vorrei -ha avvertito la Salvato- che tutto venga considerato rinviabile a dopo il 'generale estate'. Le aspettative dei detenuti sono altissime e non vorrei -ha aggiunto- che la loro estate fosse piu' amara...''.

A Flick, in particolare, l'esponente di Rifondazione comunista ha sollecitato il potenziamento del personale, mentre al Csm ha chiesto, oltre alla copertura dei posti vacanti tra i magistrati di sorveglianza, anche la ''costruzione di un cambiamento culturale'', in modo da evitare che ''da luogo a luogo esistano criteri di applicazione diversa della legge''. ''E' insopportabile -ha osservato la Salvato- che esistano discrepanze tra i magistrati di sorveglianza''.

Ad offrire l'occasione per parlare di carceri e' stata un conferenza stampa organizzata al Senato per presentare gli atti di un convegno, svoltosi un anno fa, su ''Il diritto nella pena''. Prendendo spunto dalle polemiche dei giorni scorsi sulla legge Simeone-Saraceni, la Salvato ha lamentato il clima di ''confusione e allarmismo'' generato da ''un uso dissennato delle parole''. ''Mi allarma -ha affermato- che cio' sia rimbalzato anche in Parlamento, dove e' stata messa in mora la legge sulla depenalizzazione dei reati minori: il Senato ha infatti deciso che, visto il clima, non era il momento per discutere a approvare il ddl. Cio' -ha sottolineato l'esponente di Prc- e' sconcertante, perche' e' un'abdicazione della politica al proprio ruolo. Ed e' sconcertante anche che avvenga con un governo dell'Ulivo, sostenuto da Rifondazione comunista''. (segue)

(Arc/Zn/Adnkronos)