DEMENZA: UN ULTRA65ENNE SU 10 CON ALZHEIMER
DEMENZA: UN ULTRA65ENNE SU 10 CON ALZHEIMER

Roma, 23 giu. (Adnkronos) - In Italia circa il 10 per cento delle persone al di sopra dei 65 anni e' affetto da malattia di Alzheimer. L'incidenza diventa di uno su due al di sopra degli 85 anni. Il dato e' stato diffuso dal professor Gian Luigi Lenzi, direttore della V cattedra di clinica neurologica dell'universita' ''La Sapienza'' in occasione della presentazione dell'Associazione Alzheimer Roma che si e' tenuta ieri sera all'Ambasciata di Spagna.

''La malattia di Alzheimer e' una demenza degenerativa che possiamo definire una 'morte non morte' - ha detto Lenzi - la persona che conoscevamo non e' piu' la stessa, non comunica piu', ha cambiamenti di carattere, allucinazioni, depressione; il tutto senza alcuna speranza che possa tornare come prima, insieme a noi. Il malato di Alzheimer e' lontano da ogni forma di comunicazione affettiva: comincia con il perdere la memoria delle piccole faccende quotidiane; c'e' la perdita di ruolo, di efficienza. Il problema e' per chi gli sta vicino, costretto addirittura a lasciar perdere la propria attivita' per assistere la persona cara''. (segue)

(Ria/As/Adnkronos)