GIUSTIZIA: SCOPERTO AMBULATORIO ABUSIVO IN UNA MOSCHEA
GIUSTIZIA: SCOPERTO AMBULATORIO ABUSIVO IN UNA MOSCHEA

Milano, 23 giu. - (Adnkronos) - E' una sorta di ambulatorio abusivo con tanto di strumenti medici piu' o meno artigianali e medicinali scaduti quello scoperto dai Carabinieri in una delle piu' grandi moschee italiane, quella che si trova a Segrate, comune alle porte di Milano. Le indagini sono state avviate dopo il ricovero d'urgenza di un bimbo di otto mesi, portato dai genitori in fin di vita all'ospedale di Magenta dopo che, nella moschea, era stata tentata una circoncisione in seguito alla quale il bimbo aveva avuto una fortissima emorragia.

L'imam del luogo e' un medico che pero' non ha mai esercitato. A quanto pare a far funzionare l'anbulatorio sarebbe stato un medico egiziano che non e' stato aancora rintracciato e che ora e' indagato per esercizio abusivo della professione poiche' in Italia non ha mai avuto l'abilitazione ad esercitare. Nello stanzino adibito a pratiche mediche sono stati trovati strumenti che potrebbero essere utilizzati, secondo gli inquirenti, per eseguire sia circoncisioni che infibulazioni, una pratica ancora molto usata nei paesi islamici, su giovani donne.

Ora il sostituto procuratore preso la Pretura Fabio Roia ha avviato una inchiesta per accertare le responsabilita' di pratiche piu' o meno tribali che si sapeva fossero eseguite soprattutto dalle comunita' nordafricane ma che nessuno pensava che potessero essere messe in pratica proprio nelle moschee.

(Cri/Zn/Adnkronos)