IMMIGRATI: MAROCCHINO 4 MESI IN CARCERE PER 20 SIGARETTE
IMMIGRATI: MAROCCHINO 4 MESI IN CARCERE PER 20 SIGARETTE

Vibo Valentia, 23 giu. (Adnkronos) - Un ragazzo marocchino di 19 anni, Jaoaud Berddouch, incensurato, in carcere (a Vibo Valentia) per 4 mesi con l'accusa di aver sottratto, durante un litigio, ad un suo connazionale, un pacchetto di sigarette e 50 mila lire, e' stato scarcerato ieri pomeriggio dopo la mobilitazione e la campagna stampa promossa dal Movimento diritti civili e culminata con una serie di interrogazioni parlamentari degli onorevoli Tassoni (Cdu) e Filogamo (Forza Italia) e con l'occupazione simbolica del carcere vibonese, ieri mattina, da parte del leader del movimento, Franco Corbelli, che era in compagnia del deputato di An, Francesco Fino.

Il giovane marocchino era stato arrestato lo scorso mese di febbraio e condannato dal Tribunale di Palmi a 3 anni e 2 mesi per un pacchetto di sigarette e 50 mila lire che il ragazzo giura di non aver mai sottratto. Da oltre un mese Berddouch aveva iniziato lo scipero della fame, lasciandosi morire. Per questo caso Corbelli aveva rivolto appelli a Scalfaro, Flick e ai parlamentari calabresi. Ieri pomeriggio il lieto epilogo. Il ragazzo e' uscito dalla prigione ed e' quindi partito, in treno, per Anzio, dove ha la regolare residenza e dove lo aspettano il padre e un fratello.

''Sono innocente. Adesso ritorno a lavorare -ha detto Berddouch- e vado, come ho fatto nel '94 a vendere le bandiere della nazionale azzurra e a tifare Italia e Marocco''.

(Com/Pe/Adnkronos)