MATURITA': AL SUD VALE DI MENO, STUDENTI PENALIZZATI DA ASSENZE
MATURITA': AL SUD VALE DI MENO, STUDENTI PENALIZZATI DA ASSENZE

Roma, 23 giu. (Adnkronos)- Una maturita' uguale per tutti ma che per gli studenti del Sud e' piu' difficile e, alla fine, vale meno. Gli studenti del meridione hanno infatti meno strumenti per superare l'esame finale avendo fruito di un minor numero di giorni di lezione, circa un terzo in meno rispetto ai colleghi del settentrione. Ad indagare sulla preparazione degli studenti italiani, alla vigilia dell'esame di maturita', e' un indagine dell'Assoutenti, associazione nazionale degli utenti dei servizi pubblici, da cui risulta che gli studenti italiani perdono in media il 21 per cento di lezione dell'intero anno scolastico con punte del 50 per cento al Sud.

L'indagine sulla fruizione del ''Servizio Scuola'' da parte degli studenti delle scuole superiori e che ha analizzato i dati raccolti in 140 scuole superiori e istituti tecnici e professionali, ha messo in evidenza quello che l'associazione definisce un ''malcostume'' generalizzato quello cioe' delle assenze di massa che non viene assolutamente contrastato dalle autorita' scolastiche. Dall'indagine, presentata dal Presidente dell'Assoutenti, Mario Finzi, e' emerso un dato ''allarmante'': lo squilibrio tra il nord e il sud del paese. La legge del 9 agosto del 1986 n. 467 prevede che nelle scuole italiane si svolgano non meno di 200 giorni di lezioni. Nella realta' non e' cosi. L'indagine dimostra, infatti, che la scuola, in Italia, viene frequentata solo per l'82 per cento. Gli studenti usufruiscono del ''servizio'' solo per 166 giorni effettuando quindi 40 giorni di assenze in media nazionale.

Analizzando pero' i dati per aree geografiche si passa da un livello di fruizione dell'88,8 per cento del Nord, all'84,5 per cento del Centro, al 72,6 per cento del Sud. Come a dire che al Nord gli studenti vanno a scuola per 183 giorni su 206 previsti, mentre al sud solo per 149 giorni. (segue)

(Ste/As/Adnkronos)