'PROGETTO FRONTIERA': LE UNIVERSITA' A LEZIONE DAL VOLONTARIATO
'PROGETTO FRONTIERA': LE UNIVERSITA' A LEZIONE DAL VOLONTARIATO

Roma, 23 giu. (Adnkronos) - Domani, alle ore 17.30, nella sede centrale del Centro Italiano di Solidarieta' di Roma (via Ambrosini 129) viene ufficialmente presentato il ''Progetto Frontiera'', finanziato dalla Commissione Europea (Fondo sociale europeo).

Il progetto riguarda la formazione nell'arco di due anni di 28 giovani provenienti da cinque paesi dell'Unione per operare nel campo sociale e imprenditoriale nell'ambito dell'emarginazione urbana e dei servizi alla persona.

Saranno presenti i ministri Tiziano Treu, Livia Turco e Anna Finocchiaro, oltre ai rappresentanti di Regione, Provincia, Comune e Commissione Europea, ai docenti e agli allievi di ''Frontiera'' e ai Rettori delle cinque Universita' che collaborano al progetto: Roma (tre), Salonicco, Colonia (Scienze Applicate), Liegi e Bilbao.

''Per tanti anni -ha detto don Mario Picchi- il lavoro dei volontari nel sociale e' stato visto dl mondo accademico con diffidenza e sospetto. La formazione nata dall'esperienza sul campo non e' stata riconosciuta. Eppure noi non ci siamo stancati di cercare una stretta collaborazione con la ''scienza'' ufficiale. Ora i tempi sono davvero cambiati, se cinque prestigiose universita' europee hanno accettato di partecipare al nostro progetto e stanno collaborando con entusiasmo alla formazione di questi giovani''.

''Con 'Frontiera' -ribadisce il fondatore e presidente del Ceis- stiamo sperimentando un modello di formazione del tutto nuovo per verificare la possibilita' di portarlo nei circuiti universitari e di creare dunque nuove carriere professionali nel Terzo Settore''.

(Com/As/Adnkronos)