STRESS: ITALIANI INDIVIDUANO QUELLO DA COMPUTER
STRESS: ITALIANI INDIVIDUANO QUELLO DA COMPUTER

Roma, 23 giu. (Adnkronos) - Lavorare al computer e' fonte di nuove situazioni di stress, che alla lunga, associate ad altre cause, possono provocare malattie gravi, tra cui infarto e tumori. Lo afferma l'Istituto italiano di Medicina sociale che ha pubblicato un vademecum sulle caratteristiche e condizioni dello stress negli operatori ai videterminali, contenente le indicazioni per un'efficace azione di prevenzione contro lo ''stress da computer''.

Lo studio e' stato acquisito dalla Commissione Consultiva Permanente istituita presso il ministero del Lavoro e della Previdenza sociale, che si occupera' di definire le linee guida in tema di prevenzione dei rischi per la salute legati al lavoro ai videoterminali.

L'indagine preliminare condotta dai ricercatori dell'Iims, Anna Maria Giannini e Paolo Bonaiuto, effettuata tra 50 operatori impiegati in diverse attivita' professionali che lavorano oltre le sei ore ai videoterminalli, ha rivelato che se il computer e' generalmente considerato uno strumento di lavoro irrinunciabile, esso e' anche fonte di stress, soprattutto per chi e' obbligato ad usarlo continuamente per attivita' ripetitive e per chi lavora con sistemi operativi vecchi e poco interattivi. (segue)

(Sin/Gs/Adnkronos)