AEREO: LIBERI ANCHE GLI ALTRI 106 PASSEGGERI - (NUOVO)
AEREO: LIBERI ANCHE GLI ALTRI 106 PASSEGGERI - (NUOVO)

Valencia, 23 giu. (Adnkronos/Dpa) - E' finito l'incubo anche per i 106 passeggeri ed i 7 membri dell'equipaggio ancora a bordo del Boeing 727 dell'Iberia Airlines dirottato questa mattina dopo il decollo da Siviglia per Barcellona: il dirottatore - in un primo momento si era parlato di tre uomini - si e' arreso alle forze dell'ordine ed ha rilasciato tutti i passeggeri, tra cui il sindaco di Siviglia, Soledad Becerril. Nel corso delle trattative che avevano preceduto la resa, l'uomo aveva acconsentito a liberare 18 persone, di cui 15 bambini. Da quanto emerso, il dirottatore e' di nazionalita' spagnola: le autorita' lo hanno identificato come Javier Gomez. L'uomo e' affetto da disturbi mentali ed ha accettato di arrendersi dopo aver parlato con uno psichiatra.

Il velivolo era decollato da Siviglia con a bordo 131 persone, 124 passeggeri e 7 membri dell'equipaggio. Dopo la partenza, il dirottatore era entrato in azione chiedendo di essere portato ad Atene ed aveva costretto il pilota ad un atterraggio fuori programma a Valencia per fare rifornimento prima di puntare sulla capitale greca. Ma una volta a Valencia, l'uomo aveva cambiato idea ed aveva chiesto di essere portato a Tel Aviv. Fermo sulla pista, l'aereo era stato circondato dalle forze di sicurezza spagnole, tra cui le unita' speciali antiterrorismo. Le autorita' spagnole avevano rifornito la gente a bordo dell'aereo di acqua, ma avevano negato al dirottatore il pieno di carburante. Nel corso delle trattative era emerso tra l'altro che quelli che sembravano essere tre dirottatori erano in possesso di un ordigno e minacciavano di far saltare l'aereo attivando un comando a distanza. Poco dopo, la resa, e la liberazione di tutti i passeggeri.

(Ses/Gs/Adnkronos)