NATO: STAMPA CECA, POCO SPAZIO ALLA QUERELLE ITALIANA
NATO: STAMPA CECA, POCO SPAZIO ALLA QUERELLE ITALIANA

Roma, 23 giu. (Adnkronos) - Le elezioni politiche anticipate sono state l'argomento dominante negli ultimi tempi nella Repubblica ceca, e lo spazio dedicato al dibattito in corso in Italia sull'ampliamento della Nato e' stato quasi inesistente. Jiri Pelikan, corrispondente a Roma di uno dei maggiori quotidiani di Praga, 'Pravo', aspetta l'esito del voto di questa sera per tornare su un argomento che ha affrontato nel momento in cui il dibattito e' passato in Senato. ''Allora - spiega all'Adnkronos - ho cercato di chiarire ai lettori le varie posizioni, le ragioni delle divisioni. Ragioni legate alla sitauzione interna italiana, una cosa non tanto comprensibile per un lettore della repubblica ceca''.

''Personalmente - spiega Jiri (che domani mattina a Roma in Vicolo Valdina, 3 presenta 'Io esule indigesto. Il Pci e la lezione del '68 di Praga' per le edizioni della rivista Reset) - ritengo che nel dibattito italiano non siano emersi i dubbi che hanno attraversato l'opinione pubblica ceca, abbastanza divisa all'ultimo momento sull'adesione''. Il problema nel paese non e' stato tanto quello di accettare o meno la Nato: ''Tutti riconoscono che la Nato ha avuto un ruolo importante nel bloccare l'espansionismo sovietico fino al 1989. Ma poi si pensava ad una nuova struttura di difesa europea, basata sui principi di Helsinki. La Nato e' rimasta l'unica struttura, e Ungheria, Polonia e Repubblica ceca hanno aderito''.

''Non pero' senza vedere in questo fatto gli aspetti negativi che nel dibattito in Italia non sono emersi: l'allargamento contribuisce ad esempio ad un'ulteriore divisione tra Paesi ammessi e Paesi in lista di attesa, per noi fa della frontiera con la Repubblica slovacca - non ammessa nella Nato - un vero e proprio muro e crea un problema economico per via del riarmo. Questo ed altri argomenti non sono emersi nel dibattito italiano: anche Rifondazione, nutre dubbi meno sull'allargamento della Nato che sulla stessa Nato''.

(Cin/As/Adnkronos)