ANDREOTTI: SCRIVE AL 'DIAVOLO' E SI SCUSA
ANDREOTTI: SCRIVE AL 'DIAVOLO' E SI SCUSA

Roma, 24 giu. - (Adnkronos) - Chiede 'scusa' al Diavolo il senatore Giulio Andreotti per avergli piu' volte inviato i suoi antagonisti. Paventa per lui un periodo di disoccupazione dovuto a irriguardosi teologi ultramoderni ed ipotizza una teoria 'dissacrante' con la quale potrebbe essere (con beneficio personale del senatore a vita piu' volte definito Beelzebub) addirittura considerato un'invenzione.

''Mi devo scusare con Lei, ora per allora, con settanta anni di ritardo. Era il cruccio della nostra indimenticabile maestra, a meta' degli anni venti, nella scuola di Via della Palombella a due passi dal Senato. Esigeva -scrive Andreotti nella sua lettera al Signor Diavolo Capo affidata al primo numero del mensile 'Lettere' edito da Pineider ed in edicola da giugno- che perdessimo l'abitudine tutta romana di mandare a 'mori' ammazzato' un soggetto al quale volevamo manifestare la nostra antipatia, stabile o occasionale. E suggeriva di sostituire l'invettiva con un deciso imperativo di 'andare al diavolo'.

''Cosi' anche io Le inviai molti dei miei piccoli antagonisti. Ma era solo un modo di dire -sottolinea il senatore- Ma anche per Lei, signor Capo Diavolo, le cose non vanno troppo bene...Veda: nella Bibbia, Dio e' definito lento nell'ira. Ma, a grande o piccola velocita', le infedelta' si pagavano tutte. Il Nuovo Testamento, con l'avvento della misericordia divina, Le ha sottratto molta clientela''.

''Ma il vero colpo -sostiene Andreotti- Le e' venuto da certi cultori della nuova teologia assertori dell'inesistenza dell'inferno. Capisce? Il Suo potere di nemico di Dio e' considerato invenzione di predicatori lugubri e piagnoni. Ed e' sotto esame anche la sussistenza del Purgatorio (da ultimo avra' pero' sentito il laico ministro Ciampi citarlo, come fase di rodaggio per la moneta unica europea).

''Non e' detto che con un ulteriore piccolo sforzo dottrinale degli ultramoderni anche la seconda cantica dantesca venga dichiarata decaduta. Lo so. Sembro un ingenuo pensando che Lei abbia problemi di disoccupazione e di pensionamento, magari in attesa di assumere il ruolo di calumniator..Non se la prenda -consiglia al Signor Diavolo il senatore- Il mondo contemporaneo e' pieno di contraddizioni. Se poi, non si offenda, si arrivasse a concludere che davvero Lei e' un'invenzione, ne riporterei personalmente un beneficio. Taluni miei avversari, pubblici o privati, la smetterebbero finalmente di chiamarmi Beelzebub''.

(Zad/Zn/Adnkronos)