CASO MESSINA: VENDOLA, CONFERMATE LE DENUNCE DELL'ANTIMAFIA
CASO MESSINA: VENDOLA, CONFERMATE LE DENUNCE DELL'ANTIMAFIA

Roma, 24 giu. -(Adnkronos)- I ''clamorosi sviluppi'' delle indagini della magistratura sul caso-Messina ''confermano i giudizi e la denuncia della Commissione antimafia, che per prima ha cercato di indagare in quel grumo di interessi ben nascosto sotto l'icona paciosa della 'citta' babba'''. Lo sottolinea Nichi Vendola, vicepresidente della Commissione Antimafia, che qualche mese fa uso' l'espressione 'verminaio' per definire la situazione della Citta' dello Stretto.

''Si comincia a scalfire -continua- la mafia dei colletti bianchi, degli insospettabili, di una borghesia delle professioni spesso omertosa e talvolta collusa''. A giudizio di Vendola ''ora tutti sono chiamati a confrontarsi con quanto sta emergendo. A Messina sta tramontando l'era delle tre scimmiette (quella che non vede, quella che non sente, quella che non parla). L'augurio e' che l'inchiesta prosegua a tutto campo, che nel territorio messinese sia ripristinato un integrale controllo di legalita', che possano essere recisi tutti i fili che hanno avvolto, fino a soffocarlo, il profilo economico, politico e civile di Messina''.

(Sin/Pe/Adnkronos)