EVASI: FUNZIONARI POLIZIA, SORPRENDE TEMPESTIVITA' MINISTRO
EVASI: FUNZIONARI POLIZIA, SORPRENDE TEMPESTIVITA' MINISTRO

Roma, 24 giu. (Adnkronos) - ''A che servono i questori? Ad essere rimossi quando traballano le poltrone dei ministri...''. L'Associazione nazionale dei funzionari di polizia (Anfp) commenta polemicamente la rimozione del questore di Salerno, decisa dal ministro Napolitano dopo la fuga dei due camorristi dall'aula bunker. ''Sorprende -sostiene- la tempestivita' con la quale il ministero dell'Interno e' riuscito ad individuare nel questore di Salerno il responsabile dell'evasione di due camorristi che altri hanno voluto processare con modalita' che la tecnologia ha da tempo superato ed in ambienti sulla cui idoneita' allo scopo sorgono forti perplessita'''.

L'Anfp esprime quindi ''viva solidarieta''' al questore Zanforlino e manifesta ''profondo sdegno per il modo in cui si e' inteso colpire un funzionario dello Stato preposto alla sicurezza pubblica in una provincia martoriata dalla criminalita' e afflitta da alti indici di disoccupazione ed emarginazione''. Una provincia in cui ''spesso -lamenta l'associazione- i funzionari e il personale della Polizia devono supplire all'assenza, all'inadempienza e alla inefficienza di altre istituzioni''.

''Non e' giunto il momento -chiede l'Anfp- di riflettere seriamente su quali effettivi poteri di coordinamento delle forze di polizia ha il questore di una provincia e su quale sostanziale facolta di gestione delle risorse umane gli lasciano i legacci sindacal-burocratici?''.

(Sin/Pe/Adnkronos)