EVASI: TAORMINA, RIDICOLE INIZIATIVE FLICK E NAPOLITANO
EVASI: TAORMINA, RIDICOLE INIZIATIVE FLICK E NAPOLITANO

Roma, 24 giu. (Adnkronos) - ''Scene da basso impero e da Stato di Polizia''. Cosi' il penalista Carlo Taormina bolla le iniziative assunte dai ministri dell'Interno e della Giustizia dopo la fuga dei due camorristi dall'aula bunker di Salerno. Iniziative, sostiene, che sono ''semplicemente ridicole''. Ne' il questore, ne' il procuratore generale, afferma Taormina, ''a meno di collusioni camorristiche dell'uno o dell'altro, possono essere responsabili di quelle fughe''.

''Allo stato vi sono responsabilita' politiche -sottolinea Taormina- che in ogni Paese civile ricadono sui ministri, i quali invece sembrano esercitarsi nel vecchio sistema dello 'scaricabarile'. E' Flick, possibilmente accompagnato da Napolitano, che deve dimettersi, poiche' questo regime non intende ancora cacciarlo''.

''Dopo la fuga di Gelli e Cuntrera -ricorda il penalista- furono proposti l'abolizione della Cassazione e controlli su tutti i cittadini in attesa di giudizio. Non mi meraviglierei se questa 'strana coppia', certamente la piu' inefficiente nella storia della Repubblica, dopo la fuga dei due camorristi proponesse l'abolizione dei processi e -conclude Taormina- il passaggio diretto dalle camere di sicurezza alle carceri per decisione insindacabile dei marescialli dei Carabinieri o degli ispettori di Polizia''.

(Sin/Pe/Adnkronos)