GOVERNO: CIAMPI COMMEMORA SPADOLINI
GOVERNO: CIAMPI COMMEMORA SPADOLINI

Roma, 24 giu. (Adnkronos) - Ancora oggi che ''la costruzione europea ispirata al recupero pieno dei valori dell'uomo e' obiettivo comune'' dobbiamo porci, secondo Carlo Azeglio Ciampi, l'interrogativo che Giovanni Spadolini si poneva nel 1978. Ciampi lo ricorda proprio alla presentazione del volume postumo di Spadolini, ''Padri della Repubblica'': ''sarebbe mai stata pensabile la revisione in atto', scriveva Spadolini, 'revisione profonda -dice Ciampi citando Spadolini- nel mondo comunista non meno che in quello socialista tradizionale, senza il continuo assillo della cultura laica e delle sue pur limitate proiezioni politiche?''.

''Tendono a ridursi le forti contrapposizioni, le distanze tra aree diverse. Il peso specifico della presenza laica -dice Ciampi- puo' apparire affievolito, ma solo perche' i valori portati da quella cultura si sono maggiormente affermati, sono divenuti patrimonio comune anche di altre forze''.

''Proprio in virtu' della funzione svolta da quella che Spadolini amava chiamare 'l'Italia della minoranza', 'l'altra Italia', quella auspicata dai 'padri della Repubblica' -conclude Ciampi- appare oggi, nonostante tutte le difficolta' del presente, un po' meno lontana''.

(Sec/Gs/Adnkronos)