GOVERNO: MANCONI, ORA BASTA MAGGIORANZE VARIABILI
GOVERNO: MANCONI, ORA BASTA MAGGIORANZE VARIABILI

Roma, 24 giu. (Adnkronos) - La soluzione del 'caso Nato' e' stata ''positiva'' per i Verdi, che ora chiedono pero' di ''trarne le dovute conseguenze'': dire basta con le maggioranze variabili e fare una verifica seria con il Prc che si concluda con l'accordo su un programma comune su ambiente, occupazione, mezzogiorno. Sono le richieste che avanza a governo e maggioranza il portavoce Luigi Manconi.

''Il voto dell'Udr -dice- deve rimanere circoscritto, gratuito e unico. Su un caso irripetibile di politica estera c'e' stato il voto in meno di Rifondazione e il voto in piu' dell'Udr, ma la maggioranza era e resta quella voluta dai cittadini italiani il 21 aprile del '96. Nessuna coalizione variabile, dunque, e tantomeno cambi di maggioranza''.

La seconda conseguenza da trarre dal voto di ieri e', per Manconi, che ''la verifica all'interno della maggioranza va fatta e seriamente. In particolare, sui grandi temi che possono qualificare il nuovo ciclo riformatore del governo; difesa dell'ambiente, occupazione, mezzogiorno. Su questi temi e' giusto pretendere un programma comune del centro-sinistra e un impegno condiviso di medio periodo. Occorre dunque approfondire le questioni -conclude Manconi- indicare le scadenze e inserirle in un programma comune per i prossimi mesi e per il prossimo anno''.

(Pol/Pe/Adnkronos)