NATO: MACK SMITH, COSSIGA? INTELLIGENTE MOSSA POLITICA
NATO: MACK SMITH, COSSIGA? INTELLIGENTE MOSSA POLITICA

Roma, 24 giu. (Adnkronos) - ''L'appoggio di Francesco Cossiga al governo? Un'intelligente mossa politica, buona per l'Italia, per il presidente del Consiglio Romano Prodi ma anche per lo stesso Cossiga''. E' l'opinione dello storico britannico Denis Mack Smith, uno dei maggiori conoscitori stranieri delle vicende politiche del nostro Paese, a proposito del voto favorevole dell'Udr all'allargamento della Nato. ''Cossiga e' stato uno dei piu' coerenti sostenitori del patto atlantico -ha detto lo studioso di Oxford all'Adnkronos- ed era inevitabile che votasse a favore della legge, se non altro per un atto di coerenza. Tuttavia in questa circostanza l'ex presidente della Repubblica ha agito bene, usando la sua reputazione e la sua intelligenza politica per il bene del suo Paese. Una crisi di governo al buio sarebbe stata una sciagura per l'Italia''.

A parere di Mack Smith, ''la mossa di Cossiga puo' si' apparire contraddittoria con il bipolarismo, ma realisticamente va intesa come un aiuto al fragile sistema politico italiano: i due poli sono ancora troppo giovani e il loro consolidamente richiedera' ancora del tempo''. Per questo, sottolinea lo storico britannico, il senatore a vita ''ha fatto bene a non mettere in difficolta' il governo Prodi. Un clima di stabilita' non potra' che invogliare i partiti a fare qualcuna delle riforme necessarie a realizzare un sempre piu' accentuato bipolarismo''.

(Pam/Pe/Adnkronos)