2000: PER I CITTADINI D'EUROPA E' UN ANNO COME GLI ALTRI
2000: PER I CITTADINI D'EUROPA E' UN ANNO COME GLI ALTRI

Roma, 25 giu. - (Adnkronos) - Il passaggio al nuovo Millennio? Niente di particolare, il 2000 e' solo l'anno che viene dopo il 1999. E' questo, in sintesi, il sorprendente risultato di una ricerca commissionata da Mediaset alla societa' Explorer/gruppo Ipsos e condotta oltre che in Italia, in Francia, Germania, Spagna e Gran Bretagna su come nei principali paesi europei e' vissuto il passaggio al terzo Millennio. Lo studio e' stato presentato oggi a Palazzo Doria Pamphili alla presenza del presidente di Mediaset, Fedele Confalonieri, del direttore marketing Federico Di Chio, del direttore del ''Corriere della sera'', Ferruccio De Bortoli, di Don Vincenzo Paglia della Comunita' di S.Egidio, del direttore di ''Liberal'', Ferdinando Adornato.

In tutti i paesi, gli intervistati hanno rilevato una profonda discrasia tra gli scenari futuristici presentati dai media e la loro percezione personale del nuovo Millennio. Mai come in questa occasione si e' potuta verificare la distanza tra la comunicazione che viene proposta e quella che viene percepita. Insomma si va avanti, spiega la ricerca, ''navigando a vista'' con lo sguardo rivolto a un passato spesso mitizzato o sognando la fuga verso paradisi tropicali oppure bucolici.

In sostanza, come ha sintetizzato Confalonieri, ''emerge un rapporto disincantato con il futuro'', mentre ''la televisione e la stampa riscoprono una antica vocazione divulgativa''. (segue)

(Val/Zn/Adnkronos)