MOTORINI: PIAGGIO CHIEDE INTRODUZIONE GRADUALE CASCO
MOTORINI: PIAGGIO CHIEDE INTRODUZIONE GRADUALE CASCO

Roma, 25 giu. (Adnkronos) - Casco obbligatorio in motorino si', ma gradualmente, senza ''terrorizzare' il mercato come e' gia' avvenuto nello scorso mese di aprile, quando la sola notizia della discussione della normativa, ha creato un calo improvviso delle vendite di motorini fino a 50 cc. e ha moltiplicato le richieste per 125 cc. e oltre. L'industria motociclistica Piaggio, intervenuta alla presentazione della ricerca Aci-Censis sul mondo delle due ruote, si dice favorevole all'attuazione di provvedimenti che migliorino il livello di sicurezza nell'uso di questi veicoli.

''Il nostro auspicio e', soltanto, che l'introduzione dell'obbligo del casco anche per i maggiorenni -dice Alessandro Barberis, presidente Piaggio- avvenga in modo graduale, al fine di evitare ripercussioni negative sul mercato, la produzione e l'occupazione''. Barberis e' convinto che l'aumentata sensibilita' ambientale dei cittadini, delle istituzioni, dei legislatori europei e delle case costruttrici, ''portera' in tempi tutto sommato brevi a una sempre maggiore estensione anche alle due ruote delle tecnologie a ridotto impatto ambientale''.

Questo sta gia' avvenendo con il ritorno alla motorizzazione a 4 tempi, senza pero' dimenticare che le due ruote motorizzate producono meno del 2% dell'inquinamento complessivo derivante da traffico motorizzato, centrali elettriche, fabbriche, abitazioni.

(Rem/Gs/Adnkronos)