KOSSOVO: DA KINKEL UN ALTRO 'NO' ALL'INDIPENDENZA
KOSSOVO: DA KINKEL UN ALTRO 'NO' ALL'INDIPENDENZA

Bonn, 25 giu. (Adnkronos/Dpa) - Dopo Javier Solana, e' toccato a Klaus Kinkel respingere le richieste di indipendenza del Kossovo avanzate dal leader degli albanesi della provincia meridionale serba, Ibrahim Rugova. ''Siamo a favore di una soluzione di autonomia per gli albanesi del Kossovo, altro non possiamo appoggiare'', ha affermato il capo della diplomazia tedesca, nel corso di una conferenza stampa congiunta con il leader kossovaro a Bonn.

Due sono le cose su cui a parere di Kinkel gli albanesi del Kossovo non devono coltivare false illusioni: lo statuto di indipendenza ed un intervento della Nato nella provincia ''domani''. ''I nostri sforzi - ha affermato il ministro tedesco - devono mirare a portare le due parti ad una risoluzione politica''.

Ma il leader moderato albanese ha insistito, come ieri nel corso del suo colloquio con il segretario generale della Nato - nelle sue richieste di indipendenza: ''La soluzione migliore - ha detto - sarebbe quella di un Kossovo indipendente e neutrale'': la prima tappa potrebbe essere quella di un protettorato internazionale con piene garanzie di sicurezza per i serbi.

(Ses/As/Adnkronos)