PENA DI MORTE: NESSUNO TOCCHI CAINO SU BARNABEI
PENA DI MORTE: NESSUNO TOCCHI CAINO SU BARNABEI

Roma, 25 giu. - (Adnkronos) - ''La macchina si sta muovendo: stiamo analizzando tutti gli aspetti del caso per poi decidere come agire''. Lo ha detto all'Adnkronos Alessandra Filograno, capo ufficio stampa di Nessuno tocchi Caino, riguardo all'italoamericano, Rocco Derek Barnabei, condannato a morte nello stato della Virginia con l'accusa di stupro e omicidio. L'Italia si mobilitera' come lo fece per Jospeh O'Dell o per Karla Tucker, ha aggiunto la Filograno sottolineando che pero' Barnabei non e' l'unico italoamericano che si trova nel braccio della morte di un carcere americano. Robert Fratta, i cui nonni erano italiani, si trova infatti ad Huntsville nel Texas.

''La mobilitazione certo ma non solo perche' Barnabei e' di origine italiana- ha spiegato la Filograno- ma perche' la condanna a morte e' errata e la legge dei 21 giorni ingiusta''. Vi sarebbero infatti delle prove a discolpa del giovane 30enne italoamericano che pero' non sono state prese in considerazione perche' non presentate entro il termine dei 21 giorni dopo la sentenza previsto dalla legge della Virginia.

(Giz/Zn/Adnkronos)