MAFIA: CC DECAPITANO COSCA DI CATANIA
economia
cronaca
spettacoli
sport
cultura
salute
lavoro
sostenibilità
internazionale
multimedia
regioni
immediapress
Segui Adnkronos

Sfoglia l'archivio Adnkronos


MAFIA: CC DECAPITANO COSCA DI CATANIA

Catania 26 giu. - (Adnkronos) - Con l'esecuzione di oltre 50 ordinanze di custodia cautelare, per associazione mafiosa e numerosi gravissimi delitti, i carabinieri del Comando Provinciale di Catania e del Ros hanno completamente decapitato Cosa Nostra catanese.

Le indagini, durate quasi un anno, hanno documentato tutti gli aspetti delittuosi ed economici dell'organizzazione: dagli omicidi, ai traffici di armi e droga, alle rapine ed estorsioni, agli investimenti nelle imprese commerciali piu' lucrose e diversificate.

I Carabinieri sono intervenuti mentre si stava preparando la resa dei conti finale tra Cosa Nostra catanese e la fazione palermitana di Vito Vitale, detto Fardazza.

I Corleonesi di Bagarella e di Vitale avevano infatti affiliato uomini d'onore catanesi che facevano capo direttamente a Palermo ed avevano progettato la soppressione dei vertici mafiosi enei e dello stesso rappresentante provinciale, Cannizzaro Sebastiano.

Era cosi' scattata una reazione preventiva dei catanesi, con l'eliminazione di alcuni traditori e la preparazione di azioni ancor piu' cruente contro i palermitani ed i loro alleati.

Chiarite anche le responsabilita' dell'omicidio di Vaccaro Lorenzo, rappresentante provinciale di Cosa Nostra di Caltanissetta e del suo autista, uccisi nel gennaio di quest'anno per ordine dei corleonesi di Vito Vitale allo scopo di fare terra bruciata attorno allo stesso Provenzano.

(Red/Zn/Adnkronos)