ANZIANI: 50% ULTRASESSANTENNI VITTIME DI SCIPPI E BORSEGGI
ANZIANI: 50% ULTRASESSANTENNI VITTIME DI SCIPPI E BORSEGGI

Torino, 1 lug. - (Adnkronos) - 230 mila furti in casa, 279 mila quelli d'auto, 115 mila borseggi, 37 mila scippi, 25 mila rapine. Sono questi i dati della ''cosiddetta microcriminalita' urbana'' compiuti ai danni delle famiglie italiane nel triennio '95-'97. A farne le spese sono pero' soprattutto gli anziani: nel '95, infatti quelli che hanno subito un furto in casa sono stati il 35,4%, mentre il 58% degli scippi e il 43% dei borseggi hanno coinvolto ultrasessantenni. I dati sono contenuti in una ricerca presentata per la prima volta oggi a Torino dalla Federazione nazionale dei pensionati della Cisl che dal maggio '95 ha istituito ''Solidarieta' agli iscritti'', un aiuto economico, cioe' agli anziani vittime della microcriminalita' urbana, di cui finora hanno usufruito circa due mila pensionati.

Secondo l'indagine le regioni piu' a rischio sono il Lazio, la Liguria e la Lombardia, mentre le citta' piu' insidiose sono Milano, Firenze, Bologna e Torino. I borseggi affliggono soprattutto il centro nord, gli scippi invece il centro sud. Bologna e' la citta' a maggior rischio borseggio, Milano quella in cui e' piu' frequente il furto d'auto, Verona quella in cui gli appartamenti sono piu' vulnerabili. Gli scippatori hanno la meglio invece a Bari mentre per le rapine Palermo supera ogni altra citta'.

Per quanto riguarda gli anziani l'80% delle vittime ha subito furto di denaro, il 40% di oro od altri oggetti, il 35% documenti. Secondo i dati raccolti dall'analisi della Cisl, infine, lo scippo avviene quasi sempre per strada (76,1%), nei pressi degli uffici postali (11,5%) o della banca (1,8%). Il borseggio e' piu' frequente sui mezzi pubblici (41,2%) e al mercato (39,6%), il furto per lo piu' in auto (41,6%) il raggiro a casa (58,8%); la rapina vicino alla posta (50%). Le ore migliori per i furti in casa e gli scippi sono quelle pomeridiane e serali, la mattina invece e' piu' a rischio per borseggi e raggiri.

(Red/Pn/Adnkronos)