MICROCRIMINALITA': GLI ANZIANI LE VITTIME ''PREFERITE'' (2)
MICROCRIMINALITA': GLI ANZIANI LE VITTIME ''PREFERITE'' (2)

(Adnkronos) - I dati relativi alle vittime non lasciano dubbi: la variabile piu' importante, oltre al sesso, e' l'eta'. Del 2,7% delle famiglie italiane che nel 1995 hanno subito un furto in casa, ben il 35,4% e' composta da anziani che vivono soli e il 10,3% da coppie anziane. Per loro, spiega il sindacato, il danno e' oltretutto maggiore perche' sono i meno assicurati per questo tipo di furto. E non e' tutto: ben il 58% degli scippi e circa il 43% dei borseggi ha coinvolto, sempre nel 1995, ultrasessantacinquenni. E ancora: gli anziani soli, che il piu' delle volte sono anche i piu' anziani, sono anche le vittime preferite dei raggiri.

Per quanto riguarda il ''cosa'' e' stato rubato agli anziani, risulta che nell'80% dei casi vi e' stata la sottrazione di denaro, nel 40% di oro e altri oggetti di valore, nel 35% anche di documenti. Interessante anche l'analisi del ''dove'' avviene il reato ai danni dei pensionati. Lo scippo avviene quasi sempre per strada (76%), nei pressi degli uffici postali (11,5%) o della banca (1,8%). I mezzi pubblici hanno invece il primato, con il 41,2%, dei borseggi seguiti dal mercato, con il 39,6%. Il furto avviene per lo piu' in auto (41,6%), il raggiro a casa (58,8%) o vicino all'ufficio postale (22,2%), la rapina vicino alla posta (50%), alla banca (10%) o in casa (12,5%). Un ultimo dato riguarda il quando. Le ore migliori per i furti in casa e gli scippi sembrano essere quelle pomeridiane (45,7%) o serali (22,8%) mentre la mattina e' piu' a rischio per i borseggi e per i raggiri.

(Ste/Zn/Adnkronos)